Mobilità intelligente: al G7 la flotta auto è più green

Auto a metano ed elettriche per il G7
Auto a metano o elettriche per il G7: un segnale che sottolinea l'importanza dei carburanti sostenibili.

Fca e Iveco hanno fornito le vetture per gli appuntamenti di Taormina, Bologna e Torino. In parte sono auto a metano o alimentate a energia elettrica: un segnale che sottolinea l’importanza dei carburanti sostenibili.

Il cambio di prospettiva si vede anche da alcuni particolari: i partecipanti al G7 di Taormina, tenutosi nella città siciliana dal 26 al 27 maggio, hanno viaggiato su una flotta green. I veicoli utilizzati, forniti da Fca e Iveco, erano circa novanta. Tra di essi (oltre ad Alfa Romeo Stelvio, Giulia e Giulietta e Fiat Ducato) c’erano anche auto a metano come la Fiat 500L, Iveco Daily Minibus a metano ed elettrici e Fiat 500e elettriche.

Un segnale verde

Gli accordi del G7 sono sicuramente più importanti rispetto alle emissioni di 90 vetture, ma si tratta comunque di un segnale che indica una direzione: quella di un trasporto più sostenibile e di una gestione ottimizzata delle flotte, che non si limita a un’iniziativa isolata. Parte delle auto e dei van utilizzati a Taormina sono stati e saranno sulle strade delle città italiane protagoniste dei G7 tematici, a partire da Bologna, dove si è tenuto (dal 5 al 12 giugno) il vertice sull’ambiente, per continuare a Torino (dove a fine settembre i grandi del mondo discuteranno di Tecnologia e Industria).

Il futuro della mobilità

Come afferma CNH Industrial (il gruppo che controlla il brand Iveco), “la mobilità nel rispetto dell’ambiente è un tema prioritario per l’industria automobilistica di oggi”. La società descrive il momento attuale come un periodo di transizione: “I propulsori convenzionali continueranno a mantenere un ruolo importante nei prossimi anni: migliorarne l’efficienza e ridurne le emissioni sono condizioni indispensabili”. Grazie alla “combinazione di tecnologie convenzionali e alternative” si potranno ottenere “risultati concreti e immediati”.

Quanto si risparmia con le auto a metano

Ma quali sono i risparmi assicurati da auto a metano come quelle adottate dal G7? Una Fiat Panda alimentata a metano, sottolinea CNH, ha emissioni del 31% inferiori a quelle del modello a benzina. Un risparmio che sale al 57% miscelando gas naturale e biometano (gas prodotto da fonti rinnovabili a impatto zero).

Gli altri vantaggi delle auto a metano

Le vetture alimentate con gas naturale avrebbero anche vantaggi “di sistema”: la filiera del settore, infatti, coinvolge già 20mila lavoratori tra componentistica, after-market e impianti di rifornimento. La sostenibilità, quindi, non sarebbe solo un’esigenza ambientale ma anche un’opportunità economica, che si moltiplicherebbe se ci fosse una gestione virtuosa dell’intera flotta aziendale.

X3Energy mette a disposizione condizioni economiche convenienti e diversi servizi in grado di ottimizzare i costi e la gestione della flotta aziendale a metano, come la carta carburante X3Card e la realizzazione di stazioni private.

Compila il form per ricevere maggiori informazioni.

Lascia i tuoi dati e verrai ricontattato






Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del decreto legislativo 196/2003

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*